Pubblicati da Elena Monicelli

,

“Crimini di pace?”

La pace, o meglio l’ordine, ha bisogno dei suoi crimini «civili» per autosostenersi?
Ragionare sulla morte di Stefano Cucchi, e sui meccanismi che l’hanno prodotta, per riflettere profondamente sui continuum di violenza che caraterizzano la nostra società cosiddetta democratica: carceri, manicomi, CIE…

,

Contro le discriminazioni sessuali?

Partendo dalla bocciatura in parlamento del disegno di legge per tutelare contro le discriminazioni sessuali, abbiamo deciso di provare a capire meglio le idee e i percorsi di persone che sempre più spesso sono bersaglio di violenza fisica e verbale, vittime di ghettizzazione e isolamento. Abbiamo intervistato Elisa Coco di Comunicattive e Nicoletta Poidimani, autrice di “Difendere la ‘razza’. Identità razziale e politiche sessuali nel progetto imperiale di Mussolini”

,

Manifestazione antirazzista a Roma

Per la prima puntata siamo andat* a Roma alla grande manifestazione antirazzista del 17 ottobre e abbiamo parlato di xenofobia, della costruzione della paura dell’altro/a che da anni (e sempre di più) stanno trasformando il nostro in un paese “francamente razzista”.
Quelle che avete sentito erano le voci della piazza…

,

Migrazioni e i rapporti di genere

[mp3_embed playlst=”https://www.montesole.org/puntate_memory/Memory_On_Air_2011_29_04.mp3″ id=”1″ color=”#e48801″ nums=”1″ ]  Ascolta la puntata Per la sua ultima puntata, Memory on air si ricollega ai due temi che l’hanno caratterizzata quest’anno: le migrazioni e i rapporti di genere. Abbiamo intervistato Marta Positò e Margherita Malaguti del Collettivo Femminista Frida del Liceo Minghetti di Bologna (pagina facebook: Collettivo Frida) che quest’anno […]

,

Intervista a Dagmawi Yimer

Intervista a Dagmawi Yimer. In occasione dell’uscita del suo nuovo documentario “Soltanto il mare”, Dag ci ha regalato un’intervista profonda e partecipata in cui abbiamo parlato di immigrazione e frontiere, di rivolte in Nordafrica e di bombardamenti, dell’ipocrisia e della violenza europea attraverso il filtro dell’agenzia Frontex.