Alcune delle nostre attività sono impossibili ora, ma noi continuamo a lavorare, nelle modalità consentite, ad altri progetti di lungo periodo.
Tra questi, c’è un progetto a cui abbiamo scelto di partecipare e che troviamo molto importante, perché è per noi una trasposizione in scala più ampia di quelle prospettive inclusive di relazioni tra esseri umani che affrontiamo nei nostri laboratori.
Il progetto SO-CLOSE Sharing Heritage, Enhacing Cohesion vuole rappresentare un contributo alla coesione sociale, contrastando la marginalizzazione ed esclusione dei rifugiati attraverso l’incontro tra storie di rifugio del passato e del presente. Visitate la pagina che abbiamo preparato per spiegarvi di cosa si tratta e mettete il vostro like al contatto Facebook per conoscerne le novità!

Some of our activities are impossible to perform now, but we keep on worknig, respecting the present norms, on long-term projects.
Among them, there is a project we decided to be part of because we find it particularly important.
For us, it is a transposition, on a larger scale, of those inclusive perspectives about human relationships that we usually face in our workshops.
SO-CLOSE wants to represent a contribution to social cohesion, opposing the current marginalisation and exclusion of refugees and asylum seekers and promoting the encounter between refuge stories from the past and from the present. Join the Facebook page Sharing Heritage, Enhacing Cohesion

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *