Se solo fosse così semplice. Se solo vi fossero persone cattive, che insidiosamente commettono azioni cattive e fosse solo necessario separarle dal resto di noi e distruggerle. Ma la linea che divide il bene dal male passa tagliente attraverso il cuore di ogni essere umano. Infondo è solo per il modo in cui sono andate le cose che gli altri sono stati assassini e noi non lo siamo stati.

A. Solzenicyn, Arcipelago Gulag

Riconoscere la possibilità del male in ciascuno di noi
chiama in causa l'importanza di assumerci l'ìmpegno
di fare in modo che il male del passato non debba più ripetersi in futuro

Bendana - Villa Vicencio, La riconciliazione difficile, 2002

Tra il voler capire troppo e troppo presto di coloro che hanno spiegazioni per tutto e il rifiuto di capire dei sacralizzatori a buon mercato indugiare in quello scarto ci è parsa l'unica via praticabile.

Giorgio Agamben, Quel che resta di Auschwitz, 1998

Noi invece "non ci vergogniamo di tenere fisso lo sguardo sull' inenarrabile." Anche a costo di scoprire che ciò che il male sa di sè, lo troviamo facilmente anche in noi.

Giorgio Agamben, Quel che resta di Auschwitz, 1998

Scuola di pace di Monte Sole: Memory on air 2009-2010

Mercoledì 21 ottobre 2009 alle ore 19,15 è ricominciato MEMORY ON AIR. Tra un mondo di ricordi e l’altro, il settimanale radiofonico della Scuola di Pace di Monte Sole in collaborazione con Radio Città Fujiko.
Alla Scuola di Pace di Monte Sole, tutti i giorni, ragazz* e adulti si confrontano con i temi dell’attualità a partire dalla riflessione su ciò che avvenne a Monte Sole nel 1944: come è stata possibile quella violenza? Come è possibile OGGI, ADESSO, QUI?
Non in un altrove rassicurante e lontano da noi. QUI. ORA. NOI.
Questa discussione caratterizzerà l’intera seconda stagione di Memory on air per dare spunti di riflessione e di approfondimento e offrire uno spazio di discussione a tutt* coloro che lo vorranno usare.
Dopo la partenza di Niko alla fine del su servizio, saranno in studio con noi Andreas e Theresa, che nel loro percorso hanno deciso di lavorare volontariamente per la Scuola di Pace.
La trasmissione andrà in onda ogni mercoledì alle 19,10 sui 103.1 di Radio Città Fujiko.
Disponibile anche in streaming sul sito www.radiocittafujiko.it.

The best of… !

Abbiamo ripercorso tutta la stagione di Memory on air e abbiamo aggiunto qualche elemento sugli argomenti chiave di questa stagione: l’analisi dei meccanismi dietro al razzismo, alla xenofobia e all’omofobia. Abbiamo poi affrontato dal nostro spunto di vista cosa sta succedendo in MedioOriente. Arrivederci alla prossima stagione di Memory on air!

  • leggi tutto

La festa della Repubblica

Non solo parate militari. Il 2 giugno abbiamo parlato di Costituzione, di Assemblea Costituente e per farlo siamo rimaste a Monte Sole dialogando con Fra Paolo della comunità monastica della Piccola Famiglia dell’Annunziata.
Paolo ci ha parlato di Giuseppe Dossetti, padre costituente, del Dossetti del 1994 che fonda i Comitati per la difesa della Costituzione, dei pericoli che corre oggi la nostra carta fondativa e con essa noi e il nostro paese, della sua nobiltà e attualità, dei meccanismi di violenza che tornano e ritornano e mettono a rischio il nostro vivere civile. Un modo per festeggiare il 2 giugno, festa della Repubblica

  • leggi tutto

Dovere di memoria

Abbiamo intervistato Maria Bacchi, studiosa e curatrice del libro “La memoria di un viaggio. Riflessioni e scritture dopo un treno per Auschwitz”, nonché parte del Comitato scientifico della Fondazione Villa Emma.
Il “dovere di memoria” e di “emozione”, “il compianto delle vittime”, “la retorica istituzionalizzata senza… un onesto ragionamento sulle responsabilità”: il racconto dell’orrore, per se stesso e in quanto tale, vaccina da solo contro l’orrore? Dritti al cuore di Memory on Air!

  • leggi tutto

Modelli di genere

Per chi non fosse venuto al 25 aprile a Monte Sole….! Tutte le informazioni! E abbiamo continuato il dibattito sui modelli di genere imposti a uomini e donne…con Sandro Casanova dell’associazione Maschile Plurale (www.maschileplurale.it) per provare a rispondere a un po’ di domande molto serie ma senza prendersi troppo sul serio:

  • leggi tutto

Il 25 aprile a Monte Sole

Per il 25 aprile, vi presentiamo il programma della manifestazione! Lo speciale di Memory on air contiene una intensissima intervista a Lorella Zanardo, autrice del documentario “Il corpo delle donne”.
Il documentario sarà proiettato a Monte Sole domenica 25 aprile a Monte Sole in occasione del dibattito “Quale resistenza per le donne oggi alla pressione sociale e al modello imposto?”

  • leggi tutto

La pillola RU 486

Tutti ne parlano dopo le lezioni regionali e dopo il via alla commercializzazione: la pillola abortiva RU486. Odiata dalla Chiesa, voluta dalle donne che vorrebbero scegliere un modo meno invasivo di abortire. A Memory on air si parla di diritti, di scelte, di Regioni, di sanità insieme al dott. Corrado Melega, per 40 anni direttore del dipartimento materno infantile dell’Azienda Usl di Bologna.

  • leggi tutto

Morire di carcere

Siamo tornati a parlare di Crimini di pace.
Conosciamo tutti la storia di Stefano Cucchi. giovane “morto di carcere”. La sorella Ilaria, che tanto sta facendo per ottenere verità e giustizia, è stata ospite di Memory On Air, mercoledì 31 marzo alle 19, insieme a Marzia ed Elena e la Fondazione Scuola di Pace di Monte Sole.
Per tenersi aggiornati sulle vicende legate al caso di Stefano Cucchi collegatevi al blog www.perstefanocucchi.blogspot.com.

  • leggi tutto

Campi aperti

Dopo una brevissima pausa torna Memory on air, mercoledì 17 marzo alle 19.
Marzia, Elena e la Scuola di Pace di Monte Sole, parleranno di memorie, diritti, libertà di scelta, stavolta da un punto di vista alimentare: agricoltura contadina, biologica, OGM, filiera corta, km zero… e molto altro. Lo fanno con Carlo Farneti e Germana Fratello dell’associazione per la sovranità alimentare di Bologna “Campi Aperti” che riunisce produttori e coproduttori (cioè i consumatori che divenatano parte integrante del processo produttivo)

  • leggi tutto

Giornata della memoria

Giornata della memoria 2010. Memoria tutto l’anno

  • leggi tutto

Rosarno e la fortezza Europa

Dopo i fatti di Rosarno, abbiamo voluto andare oltre la cronaca per cercare di approfondire le ragioni e la genealogia sociale ed economica di quegli eventi oltre alla loro dimensione storica.
L’abbiamo fatto con l’aiuto del giornalista e blogger, Gabriele Del Grande, autore del blog Fortress Europe, che già in numerose occasioni ci ha fornito spunti di complessità e chiavi di lettura sulle vicende legate ai flussi migratori nel nostro paese.

  • leggi tutto

Transessualismo e transgenderismo

In questa puntata abbiamo parlato di identità di genere, di transsessualismo e di transgenderismo. Abbiamo voluto provare a smontare lo scandalo, l’idea di trasgressione e illegalità che circonda queste tematiche. Parallelamente abbiamo voluto provare a evitare il pietismo che l’esperienza trans suscita nei dibattiti mediatici. Per fare questo, abbiamo invitato Porpora Marcasciano, sociologa e vicepresidente del MIT (Movimento Identità Transessuale, www.mit-italia.it) e Mattia Seligardi, educatore della Scuola di Pace ed esperto di transessualismo e transgenderismo.

  • leggi tutto

La violenza contro le donne

In queste due puntate abbiamo voluto affrontare il tema della violenza contro le donne. Abbiamo deciso di parlarne con calma, con l’obiettivo preciso di rifuggire dal senso comune che vuole la violenza episodicamente attuale. Le donne, il loro corpo, la loro storia sono oggetto di una violenza strutturale, mediatica e costante che, per essere demolita, necessita del contributo di tutte e di tutti.
Abbiamo intervistato Lea Melandri, femminista storica, scrittrice e saggista; siamo andate ad analizzare i rapporti Istat, Eures-Ansa e del Consiglio d’Europa per scoprire le reali dimensioni del fenomeno e abbiamo scoperto dati sconvolgenti; abbiamo cercato di capire i meccanismi di questa violenza e delle sue varie manifestazioni.
Per saperne di più sull’argomento, vi invitiamo ad esplorare il web dove le risorse sono tantissime. Ci piace segnalarvi: www.donnepensanti.net; www.universitadelledonne.it; www.women.it.

  • leggi tutto

La strage di Bhopal

Il 2 dicembre 1984, tonnellate di sostanze chimiche letali fuoriuscirono dall’impianto per la produzione di pesticidi della Union Carbide (oggi Dow Chemical Company) di Bhopal. In pochi giorni morirono tra le 7000 e le 10.000 persone e altre 15.000 nei 20 anni successivi. A distanza di quasi 25 anni, l’area di Bhopal non è ancora stata bonificata né sono state condotte inchieste adeguate sull’incidente e sulle sue conseguenze. Migliaia di persone continuano a soffrire di malattie associate al disastro e i sopravvissuti sono tuttora in attesa di ottenere una riparazione equa per le sofferenze subite. La Union Carbide non ha risarcito adeguatamente le vittime né bonificato la zona e le misure messe in atto dal governo indiano per avviare una riabilitazione dei sopravvissuti al disastro sono state insufficienti. Ne abbiamo discusso con Francesca Corbo e Paolo Lazzarini di Amnesty International.
Se vuoi saperne di più visita i siti internet : www.bhopal.org, www.bhopal.net, www.studentsforbhopal.org e www.bhopalbustour.org

  • leggi tutto

Ancora il crocefisso in aula

Il 3 novembre è arrivata in Italia la sentenza della Corte Europea dei diritti umani scatenando sterili polemiche e ideologiche levate di scudi. Cosa c’è dietro la battaglia sui simboli religiosi? Non è forse una questione identitaria? Qual è la dimensione storica della questione? E come vivono questo dibattito gli altri paesi d’Europa? Così come ne discutiamo nei nostri laboratori a Monte Sole vorremmo discuterne anche con voi: scriveteci a memory@montesole.org!

  • leggi tutto

Un pezzettino di mondo LGBTQ

La complessità del mondo LGBTQ ci ha spinto a continuare il nostro viaggio intervistando Roberta Ferrario del colletivo femminista DeGenere di Trento e ospitando con noi in studio Mauro Meneghelli, attivista del movimento.

  • leggi tutto

Contro le discriminazioni sessuali?

Partendo dalla bocciatura in parlamento del disegno di legge per tutelare contro le discriminazioni sessuali, abbiamo deciso di provare a capire meglio le idee e i percorsi di persone che sempre più spesso sono bersaglio di violenza fisica e verbale, vittime di ghettizzazione e isolamento. Abbiamo intervistato Elisa Coco di Comunicattive e Nicoletta Poidimani, autrice di “Difendere la ‘razza’. Identità razziale e politiche sessuali nel progetto imperiale di Mussolini”

  • leggi tutto

Manifestazione antirazzista a Roma

Per la prima puntata siamo andat* a Roma alla grande manifestazione antirazzista del 17 ottobre e abbiamo parlato di xenofobia, della costruzione della paura dell’altro/a che da anni (e sempre di più) stanno trasformando il nostro in un paese “francamente razzista”.
Quelle che avete sentito erano le voci della piazza…

  • leggi tutto

“Crimini di pace?”

La pace, o meglio l’ordine, ha bisogno dei suoi crimini «civili» per autosostenersi?
Ragionare sulla morte di Stefano Cucchi, e sui meccanismi che l’hanno prodotta, per riflettere profondamente sui continuum di violenza che caraterizzano la nostra società cosiddetta democratica: carceri, manicomi, CIE…

  • leggi tutto

Dona il tuo 5x1000

Carissim* amiche e amici,

nonostante le numerose polemiche e difficoltà, anche quest'anno la Legge di Stabilità offre la possibilità ad ogni contribuente di destinare una quota pari al 5 per mille della propria imposta per finanziare varie iniziative di ricerca, volontariato e attività sociali.

Il vostro sostegno ci ha permesso, negli anni passati, di proseguire nelle nostre attività di educazione alla cittadinanza attiva e consapevole e alla convivenza solidale e accogliente.

Il vostro sostegno ci ha permesso di andare avanti nel lavoro di ricerca sulla memoria degli eccidi di Monte Sole, sulle origini e sulla genealogia di quella atroce violenza e sulle testimonianze dei/lle superstiti e dei/lle familiari delle vittime.

Vi chiediamo di continuare a sostenerci!

La vostra firma, alla voce scelta della destinazione del cinque per mille dell' IRPEF, deve essere apposta nel primo riquadro, corrispondente a sostegno del volontariato, delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale

Il codice fiscale da indicare è

91229010375

Vi chiediamo anche di voler inviare questa cominicazione ai vostri contatti per allargare la cerchia dei sostenitori e delle sostenitrici della Scuola di pace di Monte Sole.

E vi chiediamo, infine, di non essere timid*!
Veniteci a trovare, telefonateci e scriveteci innanzitutto per verificare come usiamo i vostri importantissimi contributi, ma soprattutto per arricchire un progetto, quella della Scuola di Pace, che vuole essere di tutt* e che non vuole smettere di crescere!

In attesa di potervi incontrare e ringraziare,
vi mandiamo un caloroso saluto
Elena M., Marzia, Elena B., Mattia, Francesca, Stefano e Vilmer